Blog: http://kamau.ilcannocchiale.it

Luddismo e lavoro sociale

Qualche settimana fa ho preso la macchina della ditta per andare a fare la spesa. Un enorme van della toyota con cambio automatico e guida, ovviamente, a sinistra. Sono un pessimo pilota, cosa che ho ripetuto con una certa ostinazione al mio capo, che, però, ripone molta fiducia in me (e che io mi preoccupo di tanto in tanto di tradire). Alla fine, insomma, mi sono messo la volante.

E negli stretti parcheggi del supermercato ho centrato una colonna di cemento armato con la fiancata dell'auto aziendale. Non chiedetemi come ho fatto, ma l'ho fatto.

Oltre alle risate e alle prese per il sedere dei colleghi, la cosa mi ha lasciato con un vago e persistente senso di colpa. Fino all'altro ieri. Quando ho realizzato che la toyota in questione è un mezzo di produzione. In particolare, è un mezzo di produzione attraverso il quale il  mio plusvalore viene estratto e incamerato (nel mio caso dallo stato britannico). Insomma, il macchinone è il veicolo del mio sfruttamento.

E quindi: in monega i sensi di colpa! mille di questi incidenti!

Pubblicato il 29/7/2007 alle 23.45 nella rubrica the hard life at 14b.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web