.
Annunci online

 

 

Hostfiles.org

the fly

Little Fly,
Thy summer's play
My thoughtless hand
Has brushed away.

Am not I
A fly like thee?
Or art not thou
A man like me?

For I dance
And drink and sing,
Till some blind hand
Shall brush my wing.

If thought is life
And strength and breath,
And the want
Of thought is death,

Then am I
A happy fly,
If I live
Or if I die.

william blake

<

"La sinistra, e in particolare quella
massimalista,
propone di rendere
uguali il figlio del professionista
e il figlio dell'operaio"
(Berlusconi, 3 Aprile 2006)


BlogGoverno 
Antipixel di SocialDust Blog Aggregator BlogItalia.it - La directory italiana dei blog
VIAGGI
6 marzo 2007
La storia fatta dai re: il loop da jubilee park a west wickham common
Il Loop è pianeggiante, eppure le prime tre tappe sono una scalata sulla stratificazione sociale inglese. Ero partito dalle discariche della periferia di Erith. Sono poi passato ai tentativi delle classi medie suburbane di salvarsi uno straccio di verde dalle speculazioni edilizie. La terza tratta taglia gli spazi enormi di una ricchezza terriera e aristocratica. Passo giardini botanici, cimiteri wasps, campi da golf, fattorie degli animali, palazzi candidi a presidiare le colline e le vacche fino alla fontana di Cesare, attraverso sentieri rimestati dagli zoccoli dei cavalli, che mi rendono il passo faticoso e fangoso (ma i miei scarponcini si rivelano un ottimo acquisto). Ma è anche un viaggio casuale e disordinato attraverso la storia inglese, tra regine straccione e primi ministri della corona, le truppe di Adriano e il trionfo del capitale

Si parte da una foresta di faggi che nasconde un torrente silenzioso. Poi, oltre la suburbia di Bromley, la chiesa di St. Giles l'abate, presidiata da un cimitero d'inglesi, bianchi e anglicani. Una lapide, però, fa eccezione e mi rapisce la fantasia: è la tomba del re degli zingari, Levi Boswell, e di sua moglie Urania "Gypsy Lee", la chiaroveggente che previde la morte del re e il giorno e l'ora della propria, figlia di Sara la Nera, regina delle dighe del diavolo. Si racconta che al funerale di Gypsy Lee ci furono 15.000 persone, tra cui la regina Vittoria.

Oltre la collina e oltre il traffico, il parco di High Elms, giardino botanico della famiglia Lubbock e in mezzo al giardino i resti della loro villa e del campo da "Eton Fives", uno squash ante litteram, completo di tre pareti e ostacoli in mezzo (passanti compresi). E ancora colline, oltre il campo da golf, da attraversare con estrema cautela. Si costeggiano i pascoli per i cavalli fino ad una fattoria con un campanile bianco ed un orologio, a scandire i ritmi di lavoro dei braccianti. Da qui, lontano, seminascosto dalla nebbia, sul cucuzzulo più alto, un palazzo con un colonnato greco, giusto per ricordare a chi zappa nei campi dove sta l'Olimpo e chi sono gli dei dell'età moderna. Si tratta del palazzo di Holwood, già appartenuto al primo ministro inglese William Pitt. Il percorso costeggia la tenuta di Holwood, senza mai avvicinarsi alla villa. Passa, però, una panchina di pietra, imprigionata da un recinto di filo di ferro, dove Willbeforce e Pitt decisero di proporre una legge per l'abolizione della schiavitù.

In un certo senso, su questa panchina è avvenuta la staffetta tra la nobiltà legata alla terra e la borghesia capitalista, affamata di lavoratori liberi di vendere le proprie braccia ai sempre mutanti bisogni del capitale, liberi di abbandonare le campagne rozze di via della scoreggia per gli slums di Londra, liberi di essere assunti, ma, soprattutto, licenziati.

La fine del tragitto è un ritorno ad un passato ancora più lontano, a un forte dell'età del ferro abbeverato da una sorgente e spazzato via dalla colonizzazione romana e i campi di una campagna che impercettibilmente si ritrasforma in città.




permalink | inviato da il 6/3/2007 alle 0:43 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (7) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        aprile
Ultime cose
Link
Cerca
Feed
Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
Feed
blog letto 1 volte


IL CANNOCCHIALE